RSS

Archivi categoria: Industrial

tweaker | 2 a. m. wake up call

2004 | waxploitation

ruby (feat. will oldham) | cauterized | worse than yesterday (feat. mellowdrone) | truth is (feat. robert smith) | remorseless | pure genius (feat. david sylvian) | it’s still happening (feat. hamilton leithauser) | 2 a. m. | movement of fear | sleepwalking away (feat. nick young) | the house i grew up in (feat. john marr) | crude sunlight (feat. jennifer charles)

La signora Vrenna soffre di insonnia. Sveglia il marito ogni notte alle 2 in punto per liberare le sue fobie, poi torna a letto mentre Chris vaga per casa raccogliendo idee a cui dare forma sonora. Nasce così 2 a. m. Wake Up Call.

Vrenna raduna un nugolo di ospiti di lusso per dar voce ai fantasmi che si annidano tra le crepe di notti senza riposo e che arpionano le tenebre per nutrirsene.

Il clima da ipocondria notturna è ammantato da una penombra tormentata e claustrofobica e ha parentele coi Nine Inch Nails, di cui Chris è stato batterista fino al 1997.

I suoni colano dal soffitto e assumono la fisionomia disperata di Worse Than Yesterday, quella lunare di Pure Genius, quella strisciante di Truth Is o esplodono negli scatti d’ira di Ruby.

Un’altra notte insonne si dissolve mentre inizia ad albeggiare. Domani sarà l’ennesimo giorno sbiadito dal cielo bianco scheletrico.

marco giarratana | 880 bbtt

tweaker

1999 | –

los angeles | california | stati uniti d’america

the attraction to all thing uncertain, 2001 | 2 a. m. wake up call

art rock | industrial

myspace | facebook

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 agosto 2011 in Art Rock, Industrial

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

crash worship | ¡espontaneo!

craash worship | ¡espontaneo!

1991 | charnel music

procession | fiebre de atarantado | bajo la piel | awake | you light up my fire | ixtasis

Questi squilibrati di San Diego hanno scritto alcune delle migliori e più efferate pagine di estremismo sonoro. I loro live sono pezzi di storia oltranzista, tra lanci di sangue e urina sulla folla, fuochi appiccati e interventi della polizia.

Ci sono tre percussionisti a scandire i tempi delle sei tracce dal vivo di ¡espontaneo!, un concentrato di malvagità aggravato da latrati belluini e inumani e rumori stridenti. È il caos antidiluviano di una tribù intrappolata nel capannone di una fabbrica d’acciaio.

I ritmi sono selvaggi e ossessivi e pulsano in un groviglio che scalfisce i nervi, li recide con le sue punte sporgenti. La musica dei Crash Worship non dà tregua e, quando sale d’intensità, valica il confine della sopportazione.

Arrivare alla fine di Bajo La Piel è da masochisti col patentino, ma l’acme psicotico è raggiunto con Ixtasis, rito da venti minuti in cui i nemici prigionieri vengono scorticati vivi.

marco giarratana | 924 bbtt

crash worship

crash worship

1986 | 2000

san diego | california | stati uniti d’america

hit after hit, 1987 | this, 1987 | the science of ecstasy, 1989 | ¡espontaneo! | triple mania ii, 1994 | the gods are, 1999

industrial | tribal | experimental

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 luglio 2011 in Experimental, Industrial, Tribal

 

Tag: , , , , , , , ,